16.1.14

Ci ho un amico che esce in edicola, ci ho

Ci ho un amico, io, ci ho.

Uno che, ragazzi, praticamente non è d'accordo con me su nessun argomento.
Aspe', penso a qualcosa. Una a caso... ecco fatto. Beh, state certi che lui la pensa al contrario.
Ci ho un amico, io, e ci litigo un sacco. A questo servono gli amici, no? 
Quanti dolci vaffanculi, tra noi due.

Ci ho un amico, io, e ci lavoro assieme da un sacco di anni. Io scrivo, lui disegna.
Sempre in coppia, come i carabinieri della barzellette.


A questo amico, due anni fa, ci ho mandato un messaggino. Ci ho detto che c'era uno sceneggiatore di fumetti che io stimo un bel po' che stava cercando disegnatori per una sua nuova serie.
“Vai, amico!” ci ho detto “Fai le prove, ché a te disegnare riesce benino”.
Lui, UNA VOLTA TANTO, non era d'accordo con me.
Ma io l'ho convinto. Ogni tanto riesco a fargli trovare anche le mie ragioni, in mezzo ai vaffanculi.
Lui ha fatto la prova. Dei disegni fighissimi, a parer mio, anche se lui non sarebbe d'accordo.
Pochi giorni dopo il messaggino me lo manda lui. Lo conservo ancora.
Mi scrive, con un sacco di punti esclamativi portatori sani di esultanza, che ha passato la prova e disegnerà un albo per la serie di cui sopra.

Credo di aver risposto con pochi punti esclamativi, ma l'esultanza c'era tutta.

Beh, l'albo è uscito oggi in edicola. È completamente disegnato dal mio amico, Jean Claudio Vinci.
È scritto da Diego CajelliStefano Ascari e Luca Vanzella. È copertinato da LRNZ. Ed è bellissimo.

E io?
Io, beh, lo so che c'entro maproprionaseganulla in questo albo, ma sono emozionato come se in edicola fosse uscito qualcosa di mio.
E so che il mio amico non sarà d'accordo.
Ma oh, sai cosa ci dico?

Vaffanculo, Ci.
Sei un grande.